Home / Articoli / Nuovo libretto caldaia







E’ scattata l’anno scorso la data ultima per l’adeguamento dei libretti delle caldaie ma questo ha fatto si che ci sia una grande confusione: manutenzione, libretto, bollino blu e Rapporto di efficienza energetica non sono la stessa cosa ma viaggiano insieme. Ad aumentare la confusione il fatto che ogni Regione ha recepito la nuova normativa in modo differente decidendo tempistiche e metodologie. Quello che e’ sicuro e’ che ci sono stati aumenti dei costi per ogni singola famiglia nonche’ operatori del settore che hanno giocato sulla poca chiarezza per proporre interventi che non erano necessari.

 

 

Facciamo un po’ di chiarezza:

Manutenzione ordinaria: salvo diversamente prescritto dalla casa costruttrice della caldaia o da regolamenti regionali/locali (per alcune province e’ di 2 anni) per le comuni caldaie domestiche a Metano va fatta ogni 4 anni per quelli ad altri combustibili liquidi ogni 2 anni. Anche se non fosse obbligatoria consigliamo in ogni caso di farla almeno ogni due anni perche’ quello che viene risparmiato in una pulizia puo’ essere che venga speso in minor efficienza (se ad esempio fosse obbligatoria ogni 4 anni ad un costo di 100 euro ogni 4 anni ci costerebbe 100 euro piu’ il costo derivante dal minor rendimento della caldaia sporca).

 

 

Libretto: con la prima pulizia della caldaia utile verra’ rilasciato un nuovo libretto che si affianca a quello esistente. Solitamente le ditte di manutenzione lo fanno pagare dagli 8 ai 15 euro ma e’ possibile scaricarlo direttamente dal sito online del Ministero dello Sviluppo economico. Esso e’ composto da varie parti a seconda delal configurazione degli impianti di casa. La novita’ importante e’ che questo libretto non comprendera’ solamente i dati della caldaia ma di tutti gli impianti presenti in casa (stufe a pellet, condizionatori, boiler etc etc).


 

 

 

Rapporto di efficienza energetica: viene effettuato con la compilazione del nuovo Libretto e permette di sapere quanto efficiente e’ la nostra abitazione in termini di servizi tecnologici per il riscaldamento. Molte ditte non lo fanno pagare ma alcuni potrebbero chiedervi qualche decina di euro per la compilazione.

 

 

Bollino blu (bollino aria pulita): viene effettuata una prova di tiraggio fumi e serve per stabilire se l’apparecchio rientra nei parametri di legge o meno. Viene consegnato dal manutentore e apposto al Libretto ed ha un costo generalmente che varia da 6 ai 10 euro. In quasi tutte le Regioni va effettuato ogni 2 anni.

 

 

La cosa che possiamo consigliarvi e’ di sentire direttamente l’ufficio preposto del vosto comune che vi sapra’ dare delucidazioni in merito in maniera chiara e inequivocabile. Vedendo le varie differenze discrepanze etc etc quello che vi consigliamo e’ di fare “Tutto il pacchetto” ogni 2 anni…. in modo da avere una caldaia efficente, avere il nuovo libretto caldaie aggiornato e la prova di tiraggio fumi.

 

 

 


Esprimi il tuo gradimento riguardo l'articolo "Nuovo libretto caldaia" con un voto: